5 imperdibili spiagge del Sulcis Iglesiente

Giu13

5 imperdibili spiagge del Sulcis Iglesiente

Blog, Spiagge no responses

Il Sulcis Iglesiente è un territorio vasto e tutto da scoprire, un’esplosione di storia, natura e sapori che conquista e sorprende in ogni stagione. Dopo aver descritto alcune delle più note attrazioni archeologiche minerarie della zona, è d’obbligo parlarvi del nostro mare, presentandovi le migliori spiagge raggiungibili in breve tempo da Gonnesa. Mare, da queste parti, significa sabbie candide e acque cobalto, ma anche morbide dune, scogliere a picco e intime calette deserte. In questo articolo ho selezionato 5 tra le più belle spiagge del Sulcis Iglesiente. La lista completa è certamente più lunga, ma da qualche parte bisogna pur cominciare.

 

IL MARE DELLA COSTA IGLESIENTE: TRA NATURA, SPORT E RELAX

 

  • Fontanamare (Gonnesa)

Iniziamo giocando in casa, con una delle spiagge più vaste della provincia di Carbonia-Iglesias. Fontanamare offre 3 chilometri di sottile sabbia rosata, alle cui spalle svettano i monti del Sulcis e una verdissima pineta. Camminando in riva al mare potrete incrociare i resti di un porto minerario e di diverse fortificazioni militari. Esposta al maestrale, e libera dai pericoli delle rocce, è una delle mete più apprezzate da chi pratica surf, windsurf e kitesurf.

 

 

  • Portixeddu (Buggerru)

Si trova all’estremo nord del litorale iglesiente, appena sopra San Nicolò. La spiaggia è lunga oltre 2 chilometri, ed è formata da una finissima sabbia ocra di quarzi granitici che ha una gradita particolarità: non resta attaccata al corpo. Quella di Portixeddu è una spiaggia selvaggia e ricca di fascino, con acque cristalline e un fondale basso e sabbioso perfetto per lunghe passeggiate.

Portixeddu

  • Cala Domestica (Buggerru)

Sempre a Buggerru, scendendo verso sud, si trova un’altra tappa d’obbligo per tutti gli amanti del mare. Cala Domestica è un’insenatura di sabbia sottile, scogli e ghiaia, circondata da splendide dune e macchia mediterranea. Ex zona mineraria, l’area permette di scoprire i ruderi di vecchi magazzini e depositi, ma anche misteriose gallerie che conducono a calette nascoste. Imperdibile per chi pratica la pesca subacquea, Cala Domestica si raggiunge facilmente percorrendo la Statale 83.

Cala Domestica

  • Masua (Iglesias)

Il Pan di Zucchero, lo abbiamo visto, è un imponente faraglione calcareo simbolo della costiera iglesiente. Se volete ammirarlo in tutto il suo splendore, il mio consiglio è di sdraiarvi sulla spiaggia di Masua e godervi il panorama. Le scale che portano al mare svelano una vista mozzafiato, uno degli scorci più suggestivi dell’intera Sardegna.

Masua

  • Porto Pino (Sant’Anna Arresi)

Chiudiamo il nostro viaggio scendendo verso sud, nel comune di Sant’Anna Arresi. Porto Pino vi sorprenderà con le sue splendide e alte dune, e un paesaggio da favola fatto di colori intensi e natura incontaminata. Il mare limpido e la spiaggia candida fanno di Porto Pino una delle mete preferite da bagnanti locali e turisti. Non preoccupatevi se in alta stagione ci sarà da fare un po’ slalom per piantare l’ombrellone, lo spettacolo offerto agli occhi vi ripagherà di ogni fatica.

Dune Porto Pino